ITCG Ferruccio Niccolini - Volterra PI

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

La dirigente risponde alla stampa

Lettera ai genitori della Scuola ITCG “F. Niccolini“ di Volterra

Gentili famiglie, cari ragazzi,

scrivo questa lettera, in risposta all’articolo comparso sulla Spalletta dell’altra settimana 25 giugno 2016 dal titolo “Studentessa del Liceo artistico salta un anno e va direttamente alla maturità“.

Poiché non mi hanno assicurato, alla redazione della Spalletta, la pubblicazione della risposta, ho deciso di scriverla qui sul nostro sito.

Se lo avete letto, come avrete notato per quasi tutto l’articolo si parla dei pochi promossi a

giugno nel biennio della nostra scuola nella sezione alberghiero e geometri e solo nelle ultime due righe viene ricordata questa brava studentessa del Liceo Artistico, fra parentesi complimenti alla ragazza, di cui non si cita nemmeno il nome. La si appella “secchiona”, in generale certo, non direttamente rivolto a lei, ma a tutti coloro che studiano con successo, all’inizio dell’articolo. (come sappiamo tutti, questo appellativo in genere si usa in senso dispregiativo). Si parla di “una moria di bocciati“ al Niccolini (per la correttezza di cronaca tre in una prima e cinque in un’altra, otto su 40, noi non consideriamo “bocciato” chi si è ritirato per andare in altra scuola o chi non ha frequentato per i 2/3 l’anno scolastico, infatti non vengono nemmeno scrutinati). Così si parla di “somari“ per coloro che non sono stati promossi e si prevede futuro incerto per i ragazzi sospesi nel giudizio.

 

Vorrei dire agli studenti e alle loro famiglie alcune considerazioni: intanto che la percentuale dei non promossi a settembre è bassissima e riguarda solo quegli studenti che fanno prove peggiori di quelle svolte durante l’anno scolastico. Chi invece mostra di essersi impegnato e di essere migliorato, viene valorizzato e gli viene data fiducia con la promozione. Non è a caso che la normativa suddivida i 5 anni in primo biennio, secondo biennio e ultimo anno. La politica di questa scuola è quella di cercare il più possibile di colmare le lacune nel primo biennio, in modo che poi il percorso del triennio dia i suoi frutti migliori, che per le professioni di responsabilità che andrete a svolgere sono molto importanti (geometri, commercialisti e nelle strutture recettive della città). Infatti l’articolo non cita la bassissima percentuale di non promossi a giugno (perché i numeri possono essere utilizzati in diversi modi). Nel biennio commerciale, geometri e alberghiero i non promossi sono 17 su 154 (11%) e nel triennio 4 su 148 (2,7%). Inoltre nel triennio (cioè in 13 classi) solo 13 ragazzi hanno sospensione del giudizio. Infine nelle nostre quarte, sei ragazzi hanno la media superiore al 9 ma solo due hanno chiesto l’abbreviazione per merito, e hanno dato l’esame di stato adesso in questi giorni, saltando la quinta, anche perché è una scelta individuale, ma di questo l’articolo non fa menzione. Ricordo solo che due anni fa 1 studente su 7 ha preso 100/100 agli esami di Stato, di cui 3 100 e lode e ricordo che anche l’anno passato due studenti hanno preso 100 e lode, e sono gli unici due in Toscana, vedi http://www.tecnicadellascuola.it/item/12912-100-alla-maturita-i-migliori-studenti-d-italia.html. Ma nessuno si è curato di pubblicare questo.

Inoltre vorrei dire due cose sulla parola “somari“ utilizzata nell’articolo. Mi dissocio fortemente da questa definizione per gli studenti non promossi. Ogni ragazzo ha la sua storia, ha il suo percorso di crescita, talvolta la non promozione deriva anche da crisi personali che hanno fatto sì che lo studente non abbia frequentato per i 2/3 dell’anno scolastico, forse la scelta di una scuola che poi non si è rivelata giusta. Altri studenti hanno fatto un percorso discontinuo pensando di poter risolvere con l’ultimo 6 preso a giugno. Non funziona così. Però forse ripetere la prima, consolidare le proprie competenze sulle materie di base, può aiutarli ad avere un percorso molto positivo e successo nel lavoro. Il territorio non ci chiede ragazzini impreparati, il nostro Alberghiero deve servire alla nostra città per fare un salto di qualità nei servizi offerti all’accoglienza, con personale preparato, che sa parlare le lingue correttamente e speditamente, che sa parlare e scrivere in italiano corretto, che sa utilizzare i vari software etc. etc. etc, che conosce e sa leggere una norma. Ma di questi tempi, non sono competenze comuni a tutti gli indirizzi?

Vorrei dire agli studenti non promossi, che non siete “somari“, dovete maturare un pochino, capire che studiate per voi stessi e per il vostro futuro. E’ difficile alla vostra età, lo capisco, assumersi la responsabilità delle proprie scelte, e dei propri comportamenti, tanti adulti non lo fanno e danno sempre la responsabilità ad altri. Fermatevi un attimo e pensate dentro di voi, quanto avete fatto durante l’anno e quanto avreste dovuto fare. Se la risposta è “ho fatto tutto il possibile ma non sono riuscito/a”, (e con questo intendo, ho frequentato regolarmente tutto l’anno, ho fatto tutti i compiti che mi hanno assegnato, ho partecipato a tutte le azioni di recupero che la scuola mi ha offerto) allora vi dico insistete. Probabilmente le lacune iniziali che vi siete portati dalle scuole precedenti (8 anni) erano troppo grosse per essere colmate in un solo anno, se invece in coscienza non vi siete impegnati forse potete cambiare qualcosa nel vostro atteggiamento per l’anno prossimo.

Vi ho incontrato tante volte quest’anno, e vi assicuro che è con grande rammarico che non vi abbiamo promossi. Ma abbiamo pensato che fosse la cosa giusta per voi. Mandarvi avanti vi avrebbe messo in condizione di accumulare lacune su lacune. Vi auguro un proficuo studio quest’estate e di non perdervi di coraggio. Cercate di non abbandonare del tutto la scuola per cominciare l’anno prossimo, magari con qualche buco in meno nella preparazione di base. Non state seduti sugli allori. Così anche per i ragazzi col giudizio sospeso. Vi abbiamo dato l’opportunità di colmare delle lacune. Fatelo. Fateci vedere che avete lavorato, non aspettiamo altro. E per chi ha preso una materia soltanto, ricordatevi, sicuramente ne avevate altre in cui siete stati aiutati, perciò avete l’opportunità di togliervi dai piedi definitivamente le insicurezze che si sono presentate quest’anno. Del resto lo sapete già anche dalla lettera che vi abbiamo inviato o consegnato a fine anno. Coraggio ragazzi.

Volterra 1 luglio 2016

Firmato

Il dirigente scolastico

Prof.ssa Ester Balducci 

pon

PON 2014-2020 WLAN

PON 2014-2020 Ambienti per l'apprendimento

PON 2014-2020 Inclusione sociale e lotta al disagio

Software EDU

Gli studenti di questo istituto utilizzano il software progeCAD Professional

Trasparenza

Login

DATI ISTITUTO

ITCG Niccolini - Volterra

      Codice della scuola: PITD04000B
Via Guarnacci 6 - 56048 Volterra PI
Tel. 0588 88506 Fax 0588 86626
e-mail: pitd04000b@istruzione.it
PEC: pitd04000b@pec.istruzione.it
Codice Fiscale: 83001950506
Cod. Univoco Fatt. Elettr.: UFH907
     

ITIS Santucci - Pomarance

     

Codice della scuola: PITD04002D
Via della Repubblica, 8 - 56045 Pomarance PI
Tel. 0588 65008 Fax 0588 63074
e-mail: itisantucci@itcniccolini.it

You are here: Home